Centralino
Accessibilità
A+
A-

L’Azienda mette a disposizione di tutti i cittadini, che richiedono interventi di urgenza o emergenza, i seguenti servizi:

 

 

 

 

SERVIZIO DI SOCCORSO TRAMITE CHIAMATA AL NUMERO UNICO EMERGENZE 112

La chiamata di soccorso 112, coordinata dalla Centrale Operativa, consente un accesso rapido e semplificato per tutte le situazioni di emergenza. Poiché l’operatore necessita di notizie dettagliate sull’accaduto, occorre rispondere a semplici domande in modo preciso cercando di mantenere la calma.

 

 

PRONTO SOCCORSO

Ogni paziente che accede al Pronto Soccorso è accolto da un infermiere che, utilizzando appositi protocolli riconosciuti, determina l’urgenza del problema assegnando una priorità di accesso contraddistinta da un codice colore che evidenzia la gravità del caso.

CODICE ROSSO:  emergenza

Questo codice viene assegnato ai pazienti in imminente pericolo di vita, cioè ai pazienti in cui vi è in atto il cedimento di uno dei tre parametri vitali:

1) apparato circolatorio,

2) apparato respiratorio,

3) stato di coscienza.

Il DEA/PS si prepara a ricevere il paziente nella sala d’emergenza. Per tali pazienti l’accesso alle sale è immediato e non vi è tempo di attesa.

CODICE GIALLO:  urgenza indifferibile

Questo codice viene assegnato ai pazienti con alterazione dei parametri vitali o con segni o sintomi minacciosi che fanno presupporre una potenziale evoluzione verso la criticità.

Per tali pazienti l’accesso alle sale visita è, compatibilmente con altre urgenze/emergenze in atto, molto breve. Nel caso in cui si protragga per più di 20 minuti sarà effettuata una rivalutazione infermieristica per la conferma del codice. 

 CODICE VERDE asteriscato:  urgenza differibile ma con un elevato grado di sofferenza

Questo codice viene assegnato ai pazienti che necessitano di una prestazione medica che può essere differibile quindi che non presentano compromissione dei parametri vitali, ma che comunque presentano uno stato di sofferenza effettivo. Tali pazienti vengono visitati nel più breve tempo possibile ma dopo i codici rossi e gialli. Il paziente va rivalutato dall’infermiere ogni 30 minuti mentre il tempo d’attesa per la visita non dovrebbe normalmente essere superiore a 45 minuti.

 CODICE VERDE SCURO: urgenza differibile

Questo codice viene assegnato ai pazienti che necessitano di una prestazione medica che può essere differibile, quindi che non presentano compromissione dei parametri vitali e un limitato grado di sofferenza. Tali pazienti vengono visitati dopo i codici rossi, gialli e verdi urgenti. Il paziente va rivalutato dall’infermiere ogni 60 minuti mentre il tempo d’attesa per la visita non dovrebbe normalmente essere superiore a 90 minuti

 CODICE BIANCO:  non urgenza inappropriato

Questo codice va riservato ai pazienti che richiedono prestazioni sanitarie che non rivestono alcun carattere di urgenza e che dovrebbero essere risolte dal Medico di Medicina Generale, dal Medico di Continuità Assistenziale e/o presso Poliambulatori sul territorio. Tali pazienti sono visitati dopo i codici rossi, gialli e verdi. Queste prestazioni sono soggette al pagamento del ticket. Infatti, in presenza di prestazioni considerate non urgenti e inappropriate (confermate dal Medico, alla fine della valutazione clinica, con il “codice bianco” in uscita), è dovuta una quota a carico dei cittadini pari a 25 euro.

 

Il Pronto Soccorso è il servizio dedicato alle urgenze e alle emergenze sanitarie.
È appropriato rivolgersi al Pronto Soccorso nelle situazioni di:
• elevato rischio per la propria salute se non sottoposti a terapie mediche specifiche in breve tempo
• danno traumatico o sintomi acuti che impediscono le normali attività.
 
Non è appropriato rivolgersi al Pronto Soccorso:
• per evitare liste di attesa nel caso di visite specialistiche non urgenti
• per ottenere la compilazione di ricette mediche
• per ottenere controlli clinici non motivati da situazioni urgenti
• per evitare di interpellare il proprio Medico curante.
 
Le cure del Pronto Soccorso sono gratuite nei soli casi di accesso considerati appropriati. L’accesso non appropriato al Pronto soccorso comporta il pagamento di un ticket di € 25, a cui si aggiungono le tariffe di eventuali ulteriori prestazioni.
Non paga il ticket la persona che si rivolge al Pronto Soccorso per:
- trauma avvenuto nelle 24 ore precedenti
- trauma avvenuto prima delle 24 ore precedenti che ha reso necessario un intervento terapeutico
- avvelenamento acuto
- infortunio sul lavoro
- colica renale, crisi di asma, dolore toracico, aritmie cardiache, glaucoma acuto, corpo estraneo oculare, sanguinamento dal naso, corpo estraneo nell’orecchio
- complicanze di intervento chirurgico che determinano il ricorso al pronto soccorso entro 3 giorni dalla dimissione ospedaliera
- problemi e sintomi correlati alla gravidanza
 
Inoltre, non paga il ticket chi:
- viene posto in Osservazione breve intensiva (OBI), per approfondimenti diagnostici o terapie che richiedono un tempo di osservazione di solito compreso tra 6 e 24 ore
- viene ricoverato in qualsiasi reparto ospedaliero
- si rivolge al PS su richiesta del medico/pediatra di famiglia, del medico di continuità assistenziale o del medico di un altro pronto soccorso
- ha un’età inferiore a 14 anni
- è esente dal pagamento del ticket per patologia, reddito o altra condizione di esenzione prevista dalla normativa nazionale e regionale
 
Lo straniero temporaneamente presente sul nostro territorio che accede alla prestazioni sanitarie non ha l'obbligo di presentare i documenti inerenti alla regolarità del proprio soggiorno, pertanto anche se non in regola il Suo accesso a tale servizio non comporta la segnalazione all'autorità giudiziaria, tranne i casi per i quali vi sia l’obbligo di referto.
 
Le sedi del Pronto Soccorso sono a:
Vercelli – Corso Mario Abbiate nr. 21 tel. 0161 593333
Borgosesia – Via A.F. Ilorini Mo nr. 20 tel. 0163 426114
 
 
Nell’ospedale di Vercelli e Borgosesia oltre al Pronto Soccorso generale sono stati attivati percorsi di Emergenza Urgenza dedicati o percorsi brevi:

PRONTO DERMATOLOGICO

Per i casi di eruzioni ed esantemi che non presentino sintomi sistemici.


PRONTO SOCCORSO OCULISTICO

Per i casi di: sospetto corpo estraneo oculare, occhio rosso, trauma oculare lieve.


PRONTO SOCCORSO OTORINILARINGOIATRIA

Per i casi di otalgia, ipoacusia, epistassi senza ipertensione arteriosa.


PRONTO SOCCORSO OSTETRICO

Per le donne in gravidanza e per la contraccezione di emergenza.


PRONTO SOCCORSO PEDIATRICO

E’ rivolto ai bambini di età compresa tra 0 e 16 anni non compiuti per i casi in codice bianco e verde.

 

 

 

 

 

SERVIZIO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE (ex GUARDIA MEDICA)

 

N.B.

Coronavirus: attività di continuità assistenziale (ex Guardia Medica) (comunicazione del 13/03/2020)

Coronavirus: attività di continuità assistenziale (ex Guardia Medica) (comunicazione del 25/02/2020)

 

Il Servizio di Continuità Assistenziale è attivo negli orari in cui il Medico di Famiglia (Medico di Medicina Generale ed il Pediatra di Libera Scelta) non sono tenuti ad esercitare la propria attività:
  • tutte le notti dalle ore 20.00 alle 08.00
  • il sabato, la domenica e nei giorni festivi e prefestivi dalle ore 08.00 alle 20.00.
Non sono considerate festività le feste patronali che pertanto saranno soggette alla normale attività per proprio Medico di Medicina Generale.
 
E’ possibile accedere al Servizio telefonando al numero della sede di Continuità Assistenziale di riferimento oppure presentandosi in ambulatorio.
Ci si rivolge al Servizio di Continuità Assistenziale in caso di necessità di prestazioni non differibili ovvero situazioni di malattia che non possono essere rinviate al giorno successivo presso il proprio Medico Curante.
Il Medico di Continuità Assistenziale può:
  • Limitarsi ad un consiglio telefonico.
  • Invitare l’utente presso la Sede di Continuità Assistenziale per una valutazione ambulatoriale.
  • Effettuare una visita a domicilio, nel caso in cui ritenga che le condizioni cliniche del paziente la richiedano.
  • Rinviare il paziente a strutture più adeguate e/o attivare il Servizio di Emergenza Sanitaria Territoriale qualora valuti che la patologia non sia gestibile al domicilio.
Il servizio, gratuito, è rivolto a tutta la popolazione residente o domiciliata nell’ambito territoriale dell’ASL di Vercelli.
Gli utenti non residenti e non domiciliati nell’ambito dell’ASL di Vercelli possono comunque usufruire del servizio che può però essere erogato a pagamento.
 
Sede
Indirizzo
Telefono
   Per i cittadini dei Comuni di                                               
Vercelli
C.so Abbiate, 21
0161/255050
Albano V.se, Arborio, Asigliano V.se, Borgo Vercelli, Caresana, Caresanablot, Casanova Elvo, Collobiano, Costanzana, Desana, Formigliana, Greggio, Lignana, Motta de Conti, Olcenengo, Oldenico, Pertengo, Pezzana, Prarolo, Quinto V.se, Rive, Ronsecco, Sali V.se, S. Giacomo V.se, Stroppiana, Tricerro, Vercelli, Villata, Villarboit, Vinzaglio (NO)
Santhià
Via Matteotti, 26
0161/929200
Balocco, Buronzo, Carisio, Crova, Gifflenga, Salasco, S. Germano V.se, Santhià, Tronzano V.se
Cigliano
V.lo Garavoglia,5               
0161/424524
Alice Castello, Bianzè, Borgo d’Ale, Cigliano, Livorno Ferraris, Moncrivello
Gattinara
C.so Vercelli, 159
0163/835411
Gattinara, Grignasco (NO), Lozzolo, Prato Sesia (NO), Roasio, Romagnano Sesia (NO), Serravalle Sesia, Sostegno (BI), Ghislarengo, Lenta, Rovasenda
Borgosesia
Via Ilorini, 20
0163/25513
Ailoche (BI), Borgosesia, Cellio con Breia, Caprile (BI), Coggiola (BI), Crevacuore (BI), Guardabosone, Portula (BI), Postua, Pray (BI), Quarona, Valduggia, Fraz. Piana dei Monti
Varallo
Via Gippa, 5
0163/560671
Cervatto, Civiasco, Cravagliana, Fobello, Rimella, Varallo, Vocca
Scopello*
Via Mera
0163/71170
Alagna Valsesia, Alto Sermenza, Balmuccia, Boccioleto, Campertogno, Carcoforo, Mollia, Pila, Piode, Rassa, Rossa, Scopa, Scopello

 

* La sede di Scopello è attiva esclusivamente dalle ore 08.00 di sabato alle ore 08.00 di lunedì e dalle ore 10.00 del giorno prefestivo alle ore 08.00 del giorno successivo al festivo